Logo studio Capaccio
Consigliato su ProntoPro Lucia Capaccio

Welcome!

Nuovo servizio!

Più o meno costrette a causa dei nefasti effetti della pandemia, o per semplice spirito imprenditoriale, molte persone stanno accarezzando l’idea di aprire un’attività autonoma.

La domanda ricorrente di chi intende mettersi in proprio è la seguente: “Quanto dovrei riuscire a fatturare, per arrivare ad una retribuzione dignitosa, tenendo conto degli esborsi previdenziali e fiscali ?”.

In primo luogo è necessario contattare lo Studio, per identificare con l'aiuto della Professionista il codice Ateco corrispondente all'attività che si intende intraprendere, e valutare qual è la più vantaggiosa tra le varie opzioni disponibili, dalle quali dipendono strettamente gli importi che andranno ad intaccare il reddito.

Individuato il codice attività corretto, l’aspirante imprenditore può richiedere l’attivazione del Simulatore Reddituale online, dedicato al regime dei forfetari e parte integrante della consulenza, tramite il quale sarà possibile visualizzare il prospetto dei costi da sostenere ed una previsione di massima del reddito netto realizzabile a seconda del fatturato previsto.

There are many reasons why you should consider starting your own business activity:

  • the enterprising spirit you have suggests you to go it alone;
  • you need to get back in the game after you have lost your job and your age does not make you the most “desirable” employee;
  • your customers encourage you to open your own business.

If you have no experience as an entrepreneur, you may feel lost when you find yourself faced by the innumerable choices to make. In addition, you might find it difficult to evaluate properly your customers’ requests if you open your business not because you want to, but because you have to.

Whatever the reasons for “going it alone” are, the associated costs must be calculated carefully. This will help you to visualize better the difference between the expenses you will have to face and the income you will get, in order to obtain the profit you expect.

Another thing you should take into consideration is the complex nature of the Italian tax law. You might want to be guided by an expert who would analyze carefully with you all the aspects necessary to decide which type of company you want to establish, based on your specific needs, on the nature of the business itself and the possible presence of partners.

After have analyzed all the information, your accountant will illustrate you the best solutions, showing the advantages, disadvantages and the costs of various options.

Once you have chosen the solution that works for you, your accountant will start to collaborate on your behalf with all the agencies involved in creating and running a business. This includes, but is not limited to, the Chamber of Commerce, INPS (National Institute of Social Insurance), INAIL (National Institute for Insurance against Industrial Accidents), the Town Hall, the Italian Revenue Agency, and the Customs Authority. He or she will carry out all the procedures which, taking into consideration the computerization of the public administration, can be achieved only by means of electronic communication.

When your business is set up and running, your accountant will take care of your bookkeeping and the records of depreciable assets. In addition to this, he or she will prepare financial statements and tax payment forms, as well as the forms of corporate and individual tax returns.

Optionally, you can ask your accountant to prepare you a Business Plan, containing your business idea and the strategies to implement it. This will help you to better assess the strengths, the weaknesses and the possibilities of your project.

Additionally, we can provide you with a thorough evaluation of a company you want to buy or sell. We can estimate its value to start negotiations and assist you during the purchase or sale of shares.

Our work is not limited to the professional accounting services only. We can assist you with property management, financial audits, amicable settlements, contractual and inheritance law issues, as well as provide you with professional expertise, assessment and advice.

Adnkronos

(30-SET-22 13:02) Energia, Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Distretti moda stanno morendo diminuire costo bollette"
Immagine Adnkronos

Fermo, 30 set. (Labitalia) - "Continuare a fare impresa in Italia è diventato insostenibile, iniziare da zero è impossibile, non abbiamo ricambio generazionale ed i distretti stanno morendo. La politica sta a guardare le imprese che dovranno chiudere". Così, in un'intervista all'Adnkronos/Labitalia Gianni Gallucci, il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Fermo e direttore generale di Gallucci, una delle aziende di calzature e accessori in pelle artigianali, e totalmente made in Italy preferite dalle famiglie reali e personaggi del mondo dello star system.

Gallucci, che ha lo stabilimento nelle Marche e lo showroom per i buyer internazionali a Milano in piazza San Babila, entro il 2025 punta all'apertura di un atelier a New York con un piano di sviluppo aziendale molto chiaro che tenta " di portare avanti un distretto in crisi tra pandemie, guerre, sanzioni, aumenti in bolletta e mancanza di manodopera, ed ora anche “Il raggiro per le aziende del settore moda” l’Agenzia delle entrate, con disposizione retroattiva fino al 2015, sulla base della confusionaria normativa prodotta da Mise e Mef, esclude le aziende del settore moda dal credito di imposta per la ricerca e sviluppo, in altre parole nuove collezioni o campionari che presentano elementi di novità rispetto alle precedenti non vengono considerate come ricerca e sviluppo perché non danno luogo ad una novità assoluta poiché contemplano il principio della ripetitività del prodotto.Escluso il mondo del design e della moda dai settori meritevoli di usufruire delle agevolazioni per gli investimenti in ricerca e sviluppo, "La beffa finale è che questa disposizione è retroattiva, quindi ci sono decine di aziende che dovrebbero restituire il credito d' imposta relativo ad investimenti, che possono raggiungere milioni di euro per le stesse aziende, già effettuati anche con contributi erogati. Aspettiamo chiarimenti del nuovo Ministro dello sviluppo economico, Il settore moda è già in seria difficoltà, il caro materie prime, le bollette fuori controllo ed i mercati instabili, hanno messo le aziende del settore alla canna del gas, dov’è la politica?".

"Il conflitto persiste e l’inverno sta arrivando, altra emergenza imprenditoriale è quella del rincaro dell’ energia, troppi punti sono ancora poco chiari Molte aziende non sapranno come fare a pagare, si troveranno con i conti sballati è inevitabile che l' effetto combinato dei vari elementi negativi porterà alla chiusura di tantissime realtà e questo significherà perdita di posti di lavoro ed esplosione di una questione sociale che ricadrà su tutti" sottolinea il presidente dei giovani imprenditori fermani che chiede alla politica ad intervenire ed in maniera tempestiva mi ricollego alle dichiarazioni fatte dal presidente Bonomi, 'Le aziende non sono invincibili e l’Italia è di nuovo in frenata'.

"I tempi della politica - rimarca - sono troppo lunghi, abbiamo bisogno di una rappresentanza che stia sul campo, che aiuti le aziende e le persone che le compongono garantendo uno stipendio costituzionalmente dignitoso, fondamentale è la tutela del made in Italy fino ad oggi solo penalizzato. Dal nuovo governo ci aspettiamo interventi celeri nei primi cento. giorni: in primis l’intervento sul provvedimento assurdo del credito d’imposta su ricerca e sviluppo, fondamentale poi è abbassare il costo del lavoro delle nostre aziende soprattutto per l'assunzione di giovani, ormai i nostri distretti (invidiati nel mondo) stanno soffrendo la mancanza di manodopera specializzata, i nostri giovani si sentono più tutelati ad andare a fare i camerieri all'estero piuttosto che diventare tecnici specializzati, per restare in tema altro intervento immediato deve essere fatto sul reddito di cittadinanza che ha alterato il mercato del lavoro e che ha rappresentato una forma di concorrenza sleale proprio a scapito dei giovani. Crisi energia, ci aspettiamo una diminuzione immediata del costo in bolletta e più chiarezza su i conti, necessaria è la flat tax con effetto immediato, le aziende devono ripartire altrimenti sarà troppo tardi. Sarà finita l’epoca delle false promesse della politica?! La riflessione è banale e scontata, le aziende sono il motore del paese penalizzando loro penalizziamo tutti".

News


28.04.2021
The English taxman on the hunt for real estate income in Italy Read


17.12.2012
Combating late payment in commercial transactions Read


18.11.2012
How many units of stuff—say, how many ham sandwiches, iPhone apps, or hours of consulting services—must you sell in order to cover your costs? Read


18.11.2012
Break even analysis Read

Articles


16.05.2021
One Stop Shop (OSS) Read


04.11.2014
Permanent establishment in EU Read


19.05.2014
Horizon 2020: how to get funding? Read


16.05.2014
What is Horizon 2020? Read

Recommended sites


03.03.2022
Sometimes Art is just under the dust Open


14.01.2022
Camera di Commercio di Milano Open


14.01.2022
Camera di Commercio di Milano Open


30.11.2021
Cryptoavvocato Open

© 2022 Studio Capaccio | P.Iva 02612570966 | Privacy | Realizzato da newgst.com