Logo studio Capaccio

19.12.2019 - Invio dei cittadini extra UE per lavoro in Italia da parte di un’agenzia di somministrazione polacca

Indice

1. CONDIZIONI GENERALI D’ASSUNZIONE DEI CITTADINI EXTRA UE IN POLONIA

a. Documenti necessari per accedere al mercato del lavoro polacco

b. Obblighi del datore di lavoro

c. Dichiarazione di Incarico di Lavoro

2. ASSUNZIONE DI LAVORATORI EXTRA UE DALLE AGENZIE DI SOMMINISTRAZIONE POLACCHE

a. Somministrazione di lavoro

b. Collocamento del personale

3. DISTACCO DEI LAVORATORI NELL’UE

a. Libera prestazione di servizi nell’UE

b. Titolo di soggiorno

c. Permesso di lavoro

4. APPROFONDIMENTI SUL DISTACCO DEI LAVORATORI NELL’UE

a. Direttiva 96/71/ce del parlamento europeo e del consiglio del 16 dicembre 1996 relativa al distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi

b. D.Lgs. 17 luglio 2016, n. 136

5. CONCLUSIONI

CONDIZIONI GENERALI D’ASSUNZIONE DEI CITTADINI EXTRA UE IN POLONIA

Per assumere un cittadino straniero legalmente, il soggetto che affida l’attività lavorativa deve:

• ottenere un permesso di lavoro per il cittadino straniero, un permesso di lavoro stagionale o l’iscrizione nel Registro delle Dichiarazioni di

Incarico di Lavoro e consegnare questo documento al cittadino straniero

(a meno che quest’ultimo non sia già in possesso di un unico permesso di

soggiorno e di lavoro).

• stipulare un contratto di lavoro con il cittadino straniero, consegnandogli

preventivamente una traduzione del suddetto contratto in una lingua a

lui/lei comprensibile.

fare una fotocopia statica del titolo di soggiorno del cittadino straniero.

• assumere il cittadino straniero conformemente alle modalità descritte nel

permesso di lavoro o nella Dichiarazione di Incarico.

• iscrivere il cittadino straniero a regimi di assicurazione sociale, se

compatibile con la modalità dell’impiego.

• adempiere agli obblighi di informazione.

Documenti necessari per accedere al mercato del lavoro polacco

1. Permesso di soggiorno e di lavoro a tempo determinato rilasciato

dal governo regionale (Voivoda) su richiesta del cittadino straniero, dà

il diritto sia a lavorare che a soggiornare.

2. Permesso di lavoro rilasciato dal governo regionale ( Voivoda). Ci

sono 5 tipi di permesso di lavoro:

• A il cittadino straniero è impiegato presso la società del datore di

lavoro in Polonia. Il permesso viene rilasciato su richiesta del datore

di lavoro.

• B lo straniero esercita funzioni direzionali all’interno della società,

opera come socio accomandatario oppure rappresentante.

• C,D,E il cittadino straniero viene delegato per lavoro sul territorio

polacco.

3. Permesso di lavoro stagionale tipo S -(nuovo strumento introdotto il

1 gennaio 2018) rilasciato dal presidente del distretto (starosta) su

richiesta del datore di lavoro. Dà diritto al lavoro considerato

stagionale per 9 mesi nell’arco di 1 anno (ATTENZIONE ci sono delle

differenze tra il cittadino straniero che soggiorna in Polonia e uno che

arriva dall’estero

4. Dichiarazione di Incarico di Lavoro (nuove regole dal 1 gennaio 2018)

può essere registrata all’Ufficio Distrettuale del Lavoro dal datore di

lavoro per i cittadini di Armenia, Bielorussia, Georgia, Moldavia,

Russia ed Ucraina. Dà diritto ad esercitare l’attività lavorativa non

stagionale senza il permesso di lavoro per 6 mesi nell’arco di 1 anno.

Obblighi del datore di lavoro:

• Prima di affidare l’incarico di lavoro ad un cittadino straniero, il

datore di lavoro deve assicurarsi che egli sia in possesso di un

valido titolo di soggiorno, fare una fotocopia statica di questo

documento e conservalo fino al completamento dell’incarico

affidato.

• Il datore di lavoro che affida un incarico ad un cittadino straniero

senza un valido titolo di soggiorno rischia severe sanzioni.

• Si deve assicurare che il titolo di soggiorno del cittadino straniero

gli permette di esercitare un’attività lavorativa in Polonia

• Il tipo di contratto di lavoro deve essere adeguato alla natura

dell’incarico. La stipula di un contratto d’appalto non può costituire un

modo per eludere le disposizioni del codice del lavoro o per ridurre i

costi di assunzione. La stipula di un contratto di diritto privato nelle

condizioni in cui deve essere stipulato un contratto di lavoro costituisce

una violazione del diritto del lavoro ed è sanzionabile con una multa

• Nel caso in cui si assume un cittadino straniero con un contratto di

lavoro o un contratto di mandato, il datore di lavoro è tenuto ad

iscriverlo, entro e non oltre 7 giorni dalla data dell’inizio del rapporto, a

regimi di assicurazione sociale e sanitaria obbligatoria, nonché a versare

ogni mese nei termini stabiliti i relativi contributi all’Istituto delle

Assicurazioni Sociali (ZUS).

• Il datore di lavoro che affida un incarico è tenuto ad adempiere agli

obblighi fiscali, quali il calcolo, la sottrazione ed il versamento delle

ritenute sulle retribuzioni.

[...]

Contattaci per richiedere l'articolo completo

News


22.06.2021
Assegno temporaneo per i figli minori: attuazione della misura Leggi


11.05.2021
Quanto vale il mercato dei certificati digitali NFT Leggi


29.04.2021
Il fisco inglese a caccia di redditi immobiliari in Italia Leggi


28.04.2021
The English taxman on the hunt for real estate income in Italy Leggi

Siti consigliati


03.03.2022
Sometimes Art is just under the dust Apri


14.01.2022
Camera di Commercio di Milano Apri


14.01.2022
Camera di Commercio di Milano Apri


30.11.2021
Cryptoavvocato Apri

© 2022 Studio Capaccio | P.Iva 02612570966 | Privacy | Realizzato da newgst.com