Logo studio Capaccio

13.12.2013 - AUTOTRASPORTATORI:onorabilità

Il requisito dell’onorabilità deve essere posseduto, all’interno dell’impresa, dai seguenti soggetti:

  • dal gestore dei trasporti, cioè da colui che, in possesso dell’idoneità professionale, svolge l’attività direzionale dell’impresa di autotrasporto;
  • dall’amministratore unico o dai membri del consiglio di amministrazione, per tutte le persone giuridiche, pubbliche e private;
  • dai soci illimitatamente responsabili per le società di persone;
  • dal titolare dell’impresa individuale o familiare.

La persona che dirige l’attività di autotrasporto, cioè il gestore dei trasporti, può perdere l’onorabilità anche nel caso di violazioni commesse da un proprio dipendente, per atti compiuti nell’esercizio dell’attività, su sua indicazione o per suo carente controllo.

Il requisito dell’onorabilità non si ottiene se l’interessato:

  • ha riportato, con sentenza definitiva, una o più condanne per reato colposo a pena detentiva complessivamente superiore a due anni e sei mesi;
  • è stato sottoposto a misure di sicurezza personali o a misure di prevenzione;
  • è stato sottoposto alla pena dell’interdizione da una professione o da un arte o da uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese;
  • è stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza;
  • ha riportato, con sentenza definitiva, una condanna a pena detentiva per delitti dei pubblici ufficiali contro la P.A.; falsità in sigilli o strumenti o segni di autenticazione, certificazione o riconoscimento; falsità in atti; associazione per delinquere e associazione di tipo mafioso; illecita concorrenza con violenza o minaccia; omicidio colposo con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale o di quelle sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro; furto; rapina; estorsione; sequestro a scopo di estorsione; truffa; insolvenza fraudolenta; usura; ricettazione; riciclaggio; impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita;
  • ha riportato, con sentenza definitiva, una condanna per uno dei delitti concernenti la lotta contro lo sfruttamento della prostituzione; le disposizioni per il controllo delle armi; il testo unico in materia di stupefacenti; il comportamento in caso di incidente; il testo unico sull’immigrazione;
  • ha subìto, in via definitiva, l’applicazione di sanzioni amministrative per l’esercizio abusivo della professione o per la sospensione della patente di guida o per superamento della massa complessiva indicata sulla carta di circolazione, sempre che tali sanzioni siano conseguenti a fatti commessi nell’esercizio dell’attività di trasporto;
  • ha subito, con sentenza definitiva, una condanna per delitti relativi a violazioni doganali o a modalità per il trasporto di armi ed esplosivi o per guida sotto l’influenza di alcol e di sostanze stupefacenti, sempre che tali sanzioni siano conseguenti a fatti commessi nell’esercizio dell’attività di trasporto;
  • ha in corso procedure concorsuali (fallimento, concordato, etc.);
  • ha riportato, in qualità di datore di lavoro, condanne definitive per fatti inerenti a violazione degli obblighi in materia previdenziale ed assistenziale, sempre che tali sanzioni siano conseguenti a fatti commessi nell’esercizio dell’attività di trasporto.

Si precisa che per condanna si intende anche la sanzione sostitutiva della pena detentiva nonché l’applicazione della pena su richiesta delle parti (cosiddetto patteggiamento).Il requisito dell’onorabilità può essere riacquisito dal soggetto interessato se lo stesso ha ottenuto la riabilitazione, se siano cessate le misure di sicurezza o di prevenzione applicate o se siano trascorsi sei mesi dall’applicazione delle sanzioni amministrative relative all’esercizio abusivo della professione di autotrasportatore di cose per conto terzi, alla sospensione della patente di guida o al superamento della massa complessiva indicata sulla carta di circolazione.

News


22.06.2021
Assegno temporaneo per i figli minori: attuazione della misura Leggi


11.05.2021
Quanto vale il mercato dei certificati digitali NFT Leggi


29.04.2021
Il fisco inglese a caccia di redditi immobiliari in Italia Leggi


28.04.2021
The English taxman on the hunt for real estate income in Italy Leggi

Siti consigliati


03.03.2022
Sometimes Art is just under the dust Apri


14.01.2022
Camera di Commercio di Milano Apri


14.01.2022
Camera di Commercio di Milano Apri


30.11.2021
Cryptoavvocato Apri

© 2022 Studio Capaccio | P.Iva 02612570966 | Privacy | Realizzato da newgst.com