Logo studio Capaccio

18.03.2024 - Mantiene la partita IVA il docente che vinto il concorso impartisce lezioni private

Secondo l'Agenzia Entrate il docente di ruolo che precedentemente all'assegnazione della cattedra impartiva lezioni private di lingua straniera dovrà mantenere la partita iva se desidera continuare ad impartire lezioni.(risposta n. 63/2024). Dopo aver ottenuto l'autorizzazione del Dirigente Scolastico all'esercizio dell'attività professionale. L'Agenzia Entrate ritiene rilevante la circostanza che il docente abbia operato nello svolgimento della propria attività di docenza abitualmente con l'apertura della partita Iva e continui anche dopo l'assunzione come docente statale.

Tale rilevanza realizza il requisito della abitualità, obbligando il docente a mantenere la partita Iva. Egli potrà valutare se:

  • continuare ad applicare il regime forfetario di cui alla legge n. 190 del 2014, con tassazione del reddito, ai fini Irpef, con l'aliquota del 15 per cento, senza applicazione dell'Iva, ma con obbligo di fatturazione,

oppure

  • applicare il regime speciale di cui alla legge n. 145 del 2018, con applicazione dell'imposta sostitutiva Irpef del 15 per cento sui compensi derivanti dall'attività di lezioni private e ripetizioni, con obbligo di fatturazione, in regime di esenzione ai sensi dell'articolo 10, n. 20), del d.P.R. n. 633 del 1972 (salva l'opzione per dispensa degli adempimenti ai sensi ex articolo 36bis del d.P.R. n. 633 del 1972).

Due sono gli aspetti presi in considerazione dall'Agenzia

REDDITUALI

L'articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145 (legge di bilancio 2019), ha disposto quanto segue:

«13. A decorrere dal 1° gennaio 2019, ai compensi derivanti dall'attività di lezioni private e ripetizioni, svolta dai docenti titolari di cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado, si applica un'imposta sostitutiva dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali con l'aliquota del 15 per cento, salva opzione per l'applicazione dell'imposta sul reddito nei modi ordinari.

14. I dipendenti pubblici di cui al comma 13, che svolgono l'attività di insegnamento a titolo privato, fermo restando quanto disposto dall'articolo 53 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165, comunicano all'amministrazione di appartenenza l'esercizio di attività extraprofessionale didattica ai fini della verifica di eventuali situazioni di incompatibilità.

15. L'imposta sostitutiva di cui al comma 13 è versata entro il termine stabilito per il versamento dell'imposta sul reddito delle persone fisiche. Per la liquidazione, l'accertamento, la riscossione, i rimborsi, le sanzioni, gli interessi e il contenzioso ad essa relativi si applicano le disposizioni previste per le imposte sui redditi."

ATTENZIONE: le somme tassate con l'imposta sostitutiva non concorrono alla formazione del reddito complessivo, né rilevano, in assenza di una specifica diversa disposizione, ai fini del riconoscimento e della determinazione di detrazioni, deduzioni e altre agevolazioni fiscali. I redditi soggetti a imposta sostitutiva rilevano, invece, ai fini della determinazione della situazione economica equivalente (ISEE). È possibile optare per l'applicazione dell'imposta sul reddito nei modi ordinari (Circ. AE 10 aprile 2019 n. 8/E).

IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO

L'IVA, si applica alle prestazioni di servizi da chiunque effettuate nel territorio dello Stato nell'esercizio di arti e professioni».

Ai sensi dell'articolo 3 del d.P.R. n. 633 del 1972 (legge IVA) sono «prestazioni di servizi le prestazioni verso corrispettivo dipendenti da contratti d'opera, appalto, trasporto, mandato, spedizione, agenzia, mediazione, deposito e in genere da obbligazioni di fare, di non fare e di permettere quale ne sia la fonte».

Lo svolgimento di lezioni private verso corrispettivo, pertanto, integra il presupposto oggettivo per l'applicazione dell'imposta. Ma per effetto dell'articolo 10 comma uno n. 20) del d.P.R. n. 633 del 1972 sono esenti da Iva «le lezioni relative a materie scolastiche e universitarie impartite da insegnanti a titolo personale».

Per ulteriori informazioni contattaci a Trezzo sull'Adda (Milano), vicino ad Expert e Colombo Impianti.

News


22.06.2021
Assegno temporaneo per i figli minori: attuazione della misura Leggi


11.05.2021
Quanto vale il mercato dei certificati digitali NFT Leggi


29.04.2021
Il fisco inglese a caccia di redditi immobiliari in Italia Leggi


28.04.2021
The English taxman on the hunt for real estate income in Italy Leggi

Siti consigliati


11.06.2024
Coin Tracking Apri


06.10.2023
Dipartimento per lo sport Apri


08.04.2023
thecryptogateway Apri


24.02.2023
https://youngplatform.com/ Apri

© 2024 Studio Capaccio | P.Iva 02612570966 | Privacy | Realizzato da newgst.com