immagine_rss
Scelta lingua: RU Scelta lingua: RO Scelta lingua: PL Scelta lingua: EN Scelta lingua: IT_off

UTILIZZO DEI COOKIES

Facciamo uso di Google Analytics per monitorare il numero delle visite al nostro sito ed il comportamento dei visitatori durante la navigazione.

Per garantire la tua privacy, utilizziamo l’anonimizzazione del tuo indirizzo IP, la creazione di uno UserID variabile ed impediamo che Analytics salvi dei cookie all’interno del tuo browser.

Nessuna pagina dei nostri siti nella quale vengano richiesti i tuoi dati personali viene fatta scandagliare da Google Analytics.

Nessun altro prodotto di Google è collegato ai dati raccolti da Analytics.

All’interno del nostro sito non facciamo uso di nessun altro strumento di terzi che potrebbe profilare i visitatori, e non incorporiamo alcun legame con i social network.

Utilizziamo un singolo cookie al solo scopo di non presentarti ogni volta l’informativa sull’uso dei cookie.

Argomento:     

22.05.2020 - Protocollo antiCovid e revisione del sistema di sicurezza sul lavoro

Per ottemperare alla corretta riapertura delle attività lavorative, professinisti ed imprese devono dotarsi di prassi e regole per garantire lo svolgimento delle stesse in sicurezza predisponendo un protocollo di sicurezza anti-contagio per la ripresa delle attività lavorative.

Le aziende, ciascuna secondo il settore, le dimensioni, il processo produttivo, e le intese raggiunte a livello locale e di categoria, devono pertanto attuare propri protocolli aziendali per tutelare la salute delle persone presenti all’interno dell’azienda e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro al fine di contrastare la diffusione del coronavirus.

Oltre al protocollo anti-Covid si ricordano, qui di seguito, i principali obblighi dei datori di lavoro

DVR

Il datore di lavoro deve redigere un documento di analisi riguardante tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, come previsto dall'art. 17 del D.Lgs. 81/08, il tutto finalizzato all'individuazione di adeguate misure di prevenzione.

Dovrà essere rielaborato in occasione di modifiche del processo produttivo o dell’organizzazione del lavoro significative ai fini della salute e della sicurezza dei lavoratori e, comunque, ogni 4 anni.

VALUTAZIONE STRESS

Oltre a garantire la sicurezza ed incolumità dei lavoratori il datore di lavoro è soggetto

  • all’obbligo di formazione e informazione ai lavoratori sui rischi generici presenti nell’attività lavorativa, fornendo un documento semplice e non contestabile (come previsto dagli art. 36 e 37 del D.Lgs. 81/08);
  • al vincolo di valutazione del rischio specifico relativo allo stress lavoro correlato (art. 28 commi 1 e 1bis del D.Lgs. 81/08) per i casi in cui il livello di rischio sia basso o medio.

Datore di lavoro e dipendenti dovranno partecipare a corsi relativi

  • a formazione sulla sicurezza al fine di creare consapevolezza e cultura sui rischi e sulle misure di sicurezza applicate per prevenire e ridurre gli infortuni sul lavoro, come prescritto dal D.Lgs. 81/08.

Molti corsi possono essere usufruiti, quasi completamente, in modalità elearning.

L’e-learning è una metodologia di apprendimento che si avvale della tecnologia per la gestione dell'intero percorso formativo. Nel rispetto dell’accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 e del 7/7/2016 che definisce in modo puntuale la formazione in modalità e-learning, abbiamo sviluppato per le aziende un’offerta formativa fruibile a distanza. La formazione Sicurezza sul lavoro in modalità e-learning può essere svolta presso l’azienda o presso il domicilio del partecipante, purché le ore dedicate alla formazione vengano considerate orario di lavoro effettivo.

I corsi erogati online su piattaforma e-learning sono accessibili 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 e permettono quindi di gestire in modo autonomo e flessibile l’apprendimento. I corsi online sono validi a tutti gli effetti di legge su tutto il territorio nazionale e conformi ai contenuti del Testo Unico sulla Sicurezza, D.Lgs. 81/08. Consulta le nostre proposte e iscriviti on-line.

Ricordiamo che come introdotto dall'accordo Stato-Regioni del 7/7/2016, a partire dal 3/9/2016 non è più possibile svolgere la formazione Antincendio e RLS in modalità e-learning.

IMPORTANTE

Considerata la responsabilità civile e penale che incombe sui datori di lavoro, è opportuno affrettarsi, rivolgendosi ad un tecnico specializzato in sicurezza sul lavoro.