Logo studio Capaccio

12.10.2015 - Contratto di appalto

I contratti di appalto di opere e servizi sono soggetti, ai sensi dell’articolo 5 del Dpr 131/1986, a registrazione in termine fisso solo nel caso in cui siano stipulati per atto pubblico o per scrittura privata autenticata. Qualora siano redatti per scrittura privata non autenticata, sono soggetti a registrazione solo in caso d’uso, se tutte le disposizioni in esse contemplate sono relative a operazioni soggette all’imposta sul valore aggiunto. In questa ipotesi (solo in caso d’uso) deve essere assolta l’imposta di bollo. In pratica, il tributo deve essere assolto qualora il contratto sia presentato presso l’ufficio per la registrazione.

Gli atti soggetti a registrazione possono esserlo in termine fisso (parte prima della tariffa allegata al Dpr 131/1986) o in caso d'uso (parte seconda). In termine fisso, significa che la registrazione va richiesta entro un determinato numero di giorni. Si verifica il caso d’uso, invece, quando l’atto si deposita, per essere acquisito, presso le cancellerie giudiziarie nell'esplicazione di attività amministrative o presso le Amministrazioni dello Stato o degli enti pubblici territoriali e i rispettivi organi di controllo, salvo che il deposito avvenga per l'adempimento di un'obbligazione delle Amministrazioni stesse, oppure quando è obbligatorio per legge o regolamento.


Per maggiori informazioni, preventivo e assistenza contattaci

News


22.06.2021
Assegno temporaneo per i figli minori: attuazione della misura Leggi


11.05.2021
Quanto vale il mercato dei certificati digitali NFT Leggi


29.04.2021
Il fisco inglese a caccia di redditi immobiliari in Italia Leggi


28.04.2021
The English taxman on the hunt for real estate income in Italy Leggi

Siti consigliati


11.06.2024
Coin Tracking Apri


06.10.2023
Dipartimento per lo sport Apri


08.04.2023
thecryptogateway Apri


24.02.2023
https://youngplatform.com/ Apri

© 2024 Studio Capaccio | P.Iva 02612570966 | Privacy | Realizzato da newgst.com